Sezione: Storia

Acquedotto Romano, trekking Collepino-Spello

Acquedotto Romano, trekking Collepino-Spello

Il recente restauro dell’Acquedotto Romano tra Collepino e Spello ha messo a disposizione, degli amanti della natura, un nuovo sentiero adatto al trekking e alla mountain bike. Naturale continuazione del Sentiero 52 (Collepino – Monte Subasio) il percorso è lungo quasi 5 km, parte da sotto il paese di Collepino e raggiunge il centro della Città delle Infiorate (il percorso ha un nuovo numero identificativo, il 352).

L’ingresso da Spello è la Fonte della Bulgarella (quota 313 m), mentre, dal lato opposto, dopo essere arrivati al borgo di Collepino, Continua a leggere

aprile 28th, 2016
Subasio e le leggende – Monaci fantasma

Subasio e le leggende – Monaci fantasma

Terra mistica l’Umbria, carica di tradizione ma anche di leggende. Molti racconti, tramandati per via orale, hanno origini che si perdono nella memoria e, con contorni evanescenti restano oggi solo nei ricordi dei nostri nonni. Quella che vi propongo è una storia di fantasmi, di quelle che si raccontano d’inverno al buio davanti ad un fuoco acceso, ambientata in un posto non ben specificato nei pressi di Assisi. Continua a leggere

gennaio 2nd, 2015
Trekking sulla vetta e dagli Stazzi a San Giovanni

Trekking sulla vetta e dagli Stazzi a San Giovanni

Parliamo nuovamente di trekking sul Monte Subasio, di natura, storia e vita contadina. I percorsi escursionistici attuali erano, infatti, fino alla metà del Novecento, vie di comunicazione e servizio per gli abitanti della “montagna”, abituati giornalmente a convivere un una misto di odio-amore con l’aspra natura che li avvolgeva.

Nei secoli, i due itinerari del CAI di cui parliamo oggi, i Sentieri 53(nuova numerazione 353) e 55(355), sono stati percorsi infinite volte da laboriosi contadini e pastori per spostarsi tra i villaggi e/o raggiungere le località sommitali. Continua a leggere

aprile 27th, 2016
Il Castello di Porziano d’Assisi

Il Castello di Porziano d’Assisi

Assisi e il territorio intorno al Subasio sono per il turista sempre una nuova scoperta. Chi arriva con l’intenzione di visitare solo la Basilica di San Francesco torna inevitabilmente a casa con, nella testa, un nuovo itinerario per l’anno venturo. Oggi è la volta del Castello di Porziano. La piccola frazione delimita il confine tra il Comune di Assisi e quelli di Nocera Umbra e Valfabbrica.

Gli insediamenti umani nella zona risalgono all’epoca romana. Continua a leggere

settembre 20th, 2016
Quell’antico casale nel bosco ad Armenzano di Assisi

Quell’antico casale nel bosco ad Armenzano di Assisi

Ad Armenzano, frazione di Assisi collocata nell’incontaminato scenario del Subasio, ci siamo io, la mia famiglia e il mio B&B. Abbiamo ereditato e fatto crescere questa piccola tenuta in uno scenario di francescana memoria a contatto con quella natura che tanto piaceva e ispirava la vita di San Francesco.

Mia madre e i suoi antenati hanno vissuto qui da sempre e non nego di essere legatissima a questo luogo. Il mio “lavoro” me lo ha poi reso ancora più bello. Qui, infatti, ho conosciuto Continua a leggere

aprile 1st, 2016
Domus romane, foro, anfiteatro: Assisi nasconde una piccola Pompei

Domus romane, foro, anfiteatro: Assisi nasconde una piccola Pompei

Milioni di turisti visitano Assisi perché è la patria di San Francesco: sontuose chiese, case in pietra rosa, opere d’arte, rocche ed eremi. Esiste, però, un’altrettanto splendida città, poco conosciuta, nascosta tra le vestigia medievali: è l’Assisi romana.

Nell’epoca dell’antica Roma, infatti, Asisium era un importante riferimento per il territorio, era abitata da ricchi mercanti che possedevano ville lussuose ed era rinomata come città termale. Le domus romane, scoperte e restaurate Continua a leggere

febbraio 16th, 2017
Benedizione degli animali – Piatto di Sant’Antonio Abate

Benedizione degli animali – Piatto di Sant’Antonio Abate

Il Subasio è una terra da sempre dedita alle attività silvo-pastorali. E’ particolarmente sentita, qui come in tutta l’Umbria, la devozione per Sant’Antonio Abate, eremite di origine egiziana (251 – 357 d.C.) che l’intera civiltà contadina cristiana considera protettore degli animali domestici. Rivolgersi a Sant’Antonio aiutava a evitare le malattie delle bestie e in tutti i borghi agricoli dell’assisiate si svolgeva una gran festa il giorno delle sua ricorrenza il 17 di Gennaio. Continua a leggere

dicembre 14th, 2016
San Valentino, festa degli innamorati in Umbria

San Valentino, festa degli innamorati in Umbria

San Valentino, protettore degli innamorati, è umbro e in Umbria questa festa è molto sentita.

La ricorrenza attuale prende ispirazione dagli antichi Lupercali del 15 febbraio, festività di epoca romana legata alla purificazione dei campi e ai riti di fecondità. Affinché l’annata fosse propizia, quel giorno donne e uomini, seguaci del Dio Lupercus, erano estratti a sorte Continua a leggere

gennaio 13th, 2017