orzotto

Orzotto di Primavera

Carissimi Amici per questo nuovo appuntamento enogastronomico ho il piacere di proporvi una ricetta semplice ed al tempo stesso gustosa, perfetta per questa stagione: l’Orzotto di Primavera con Asparagi Selvatici, Fave fresche e Pecorino umbro stagionato in grotta, eccellenza originaria dell’epoca etrusca, che oggi come un tempo, continua ad essere prodotta in specifiche zone dell’Umbria.

Inoltre questa preparazione si contraddistingue per le sue peculiarità grazie all’utilizzo di ingredienti tanto autoctoni, quanto selvatici, come per l’appunto i saporiti asparagi di campo, insolitamente abbinati a verdure fresche di stagione che ben si uniscono all’inconfondibile ed inimitabile gusto del pecorino umbro stagionato in grotta, creando così un connubio di sapori ed aromi davvero unico nel suo genere.

Ingredienti dell’Orzotto con asparagi, fave e pecorino:

150 gr. di asparagi selvatici,
150 gr. di fave fresche,
350 gr. di orzo umbro perlato,
1 litro di brodo vegetale,
1 cipolla rossa di Cannara,
1 cucchiaio di olio E.V.O. D.O.P. umbro,
2 cucchiai abbondanti di pecorino umbro di grotta.

Procedimento:

Lavate accuratamente gli asparagi sotto abbondante acqua corrente, asciugateli e tagliateli ad uno spessore di mezzo centimetro circa. Poi in un tegame di coccio mettete a scaldare il brodo vegetale, intanto in un altro tegame fate soffriggere nell’olio la cipolla tritata finemente. Solo quando la cipolla sarà dorata, aggiungete gli asparagi, lasciandoli insaporire per un paio di minuti a fiamma viva, poi unite un mestolo di brodo e lasciate cuocere a fiamma media per altri cinque minuti. Trascorso questo tempo, mescolate accuratamente il composto ed alzate momentaneamente la fiamma per far evaporare l’eventuale brodo in eccesso, ora aggiungete l’orzo e fatelo tostare per un minuto circa, unite il brodo e lasciate cuocere per 15-18 minuti e mescolate il composto di tanto in tanto, affinché l’orzotto non si asciughi troppo.

ricetta con fave e asparagi

Terminata la cottura su fiamma, rimuovete il tegame dal fuoco, unite il pecorino grattugiato e mantecate all’onda, poi porzionate l’orzotto di primavera in uno stampo, meglio se di silicone, dove lo lascerete raffreddare a temperatura ambiente. Quando l’orzotto si sarà intiepidito, coprite lo stampo con il piatto da portata e girate rapidamente fino a sformare l’orzotto. Infine decorate e guarnite il piatto con le fave fresche e servite in tavola. Questa preparazione, volendo, potrà anche essere realizzata in anticipo, il giorno prima per essere poi assaporata l’indomani. In ogni caso, per gustare al meglio questa ricetta, vi consiglio di abbinarla ad un ottimo vino assisiate, come ad esempio il Bianco di Assisi D.O.C., ovviamente servito fresco.

Buon appetito e arrivederci al mese prossimo.

Giugno 25th, 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.