Festa del Perdono - Porziuncola

Festa del Perdono – Porziuncola di Santa Maria degli Angeli

Da oltre sette secoli l’1 e 2 agosto si celebra a Santa Maria degli Angeli la Festa del Perdono, uno dei momenti più importanti dell’anno per l’intera comunità di Assisi. Visitando la Porziuncola in questi due giorni, il pellegrino può ricevere il dono dell’Indulgenza plenaria, il perdono di tutti i propri peccati.

La tradizione racconta che in una notte del 1216, San Francesco, mentre pregava nella chiesetta della Porziuncola, vide sopra l’altare Cristo e la Madonna, circondati da Angeli. Quella sera chiesero lui cosa desiderasse per le anime dei credenti. Francesco chiese, allora, un ampio e generoso perdono, con una completa remissione di tutte le colpe, a tutti quelli che, pentiti e confessati, avessero vistato quella chiesa. La preghiera gli fu accordata a patto che di ciò fosse informato il Papa, vicario di Dio in terra.

Porziuncola

In quel periodo era appena morto a Perugia Innocenzo III e il conclave, indetto proprio nella città del Grifo, aveva eletto Pontefice Onorio III. Francesco e Masseo, si recarono quindi a Perugia e in breve ottennero da Papa e cardinali, per tutti coloro che avessero varcato l’ingresso della Porziuncola il 2 agosto, la liberazione «dalla colpa e dalla pena in cielo e in terra» dal momento del battesimo fino al giorno e all’ora di entrata in chiesa. Qualche giorno più tardi un Francesco in lacrime annunciò al popolo convenuto alla Porziuncola: «Fratelli miei, voglio mandarvi tutti in Paradiso!» e il famoso momento è ancora oggi impresso nell’affresco di Tiberio di Assisi nella vicina Cappella delle Rose.

Tiberio da Assisi - Perdono

Milioni di anime hanno varcato questa “porta della vita eterna” ambendo al “Perdono d’Assisi” della Porziuncola e, tuttora, l’evento si ripete dalla mattina dell’1 agosto alla mezzanotte del giorno successivo.

Ad attendere il visitatore oggi c’è la maestosa Basilica progettata dall’architetto Galeazzo Alessi. Fu edificata nel ’500 per custodire e racchiudere la Porziuncola, la Cappella del Transito dove Francesco morì, la Cappella delle Rose e il Cespuglio di rose senza spine, ma anche per accogliere la moltitudine di pellegrini della festa del Perdono d’Assisi (2 agosto) e per la ricorrenza della morte di san Francesco (3 e 4 ottobre).

Santa Maria degli Angeli

Gli ospiti, arrivati “agli Angeli” percorrendo con lo zaino in spalla i tanti “cammini” che portano ad Assisi o giunti con ogni altro mezzo, erano accolti (e lo sono ancora) da una grande fiera per le vie del centro ed altri eventi collaterali, che rendono la Festa del Perdono interessante non solo dal lato strettamente religioso.

Come da tradizione la solenne apertura dei “giorni dell’Indulgenza” si svolge il 1° agosto alle 11 col la S. Messa e la processione; nel pomeriggio la Proloco organizza il Ristoro del Pellegrino.

Basilica Santa Maria degli Angeli

L’evento ha il proprio culmine il 2 agosto: alle 11, celebrazione eucaristica; nelle prime ore del pomeriggio, arrivo della Marcia Francescana del Perdono; la sera, Concerto del Perdono con la Youth Orchestra sud-coreana.

Senza interruzione, in questi due giorni sono disponibili sacerdoti in Basilica, per ascoltare le confessioni nelle diverse lingue.

agosto 3rd, 2017
Share...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *